GLI ONOMASTICI DELMESE DI MARZO

PER DAME/PATRONESSE E SOCI DELLA SEZIONE ANF RM

NOME

DATA

ALLIEVI

SIGNIFICATO

Domenico

4/8

Villani

Significato: destinato a Dio. Origine: latina. Corrispondenze: Segno Zodiacale del Capricorno. Numero portafortuna: 8.
Colore: verde. Pietra: smeraldo. Metallo: mercurio.

E’ un nome molto diffuso in tutta Italia, soprattutto al Sud. Deriva dal latino domìnus,’signore’, e assume il significato cristiano di, consacrato al Signore’, cioè ‘a Dio’, fin dal IV secolo. Successivamente venne usato anche per i figli nati la domenica. Nel Duecento ci fu una nuova rivalutazione del nome grazie a s. Domenico di Guzman, fondatore dei Domenicani, morto a Bologna nel 1220. Tra i santi si ricorda anche s. Domenico Savio, morto nel 1857. Numerosi i derivati da questo nome: Menico, Dominica, Micuccia e i diminutivi Domenichina e Mimmo. Non va poi dimenticato Meneghino, la maschera di Milano. Tra i personaggi celebri, il pittore rinascimentale Domenico Ghirlandaio, il pittore spagnolo del Cinquecento Domenico Theotokòpulos, detto El greco per la sua origine cretese; i Musicisti del settecento Scarlatti e Cimarosa (seconda metà del Settecento), lo scrittore contemporaneo Domenico Rea e il cantautore Domenico Modugno.

Il vulcano lo simboleggia; tutto in lui è fuoco che cova, eruzione energia, e tutto ciò che tocca diventa incandescente: amore, amicizia, professione, ideali e sogni. Se l’intelligenza e un pizzico di fortuna sono dalla sua Domenico riesce a realizzare le proprie aspirazioni altrimenti la sua energia si trasforma in brace sotto la cenere, in una fiammella che aspetta il legno migliore per poter ardere di nuovo furiosamente.

Elena Polissena

18/8

Menotti

Significato: Sole. Origine: greca. Corrispondenze: Segno Zodiacale del Cancro. Numero portafortuna: 4.
Colore: giallo. Pietra: topazio. Metallo: oro.

E’ uno dei nomi più diffusi in Italia al femminile, essendo al quindicesimo posto, anche nella variante doppia Elena Maria. E’ un nome fondamentalmente cristiano grazie al culto di molte sante, la più nota delle quali fu s. Elena imperatrice romana, madre di Costantino, scopritrice in Terra santa della vera croce di Cristo, che venne riportata a Roma, dove s. Elena fece costruire la Chiesa di Santa Croce in Gerusalemme. Ma è anche un nome di matrice mitologica, essendo Elena figlia di Zeus, moglie di Menelao, rapita da Paride e causa della guerra di Troia. La fama del nome è stata comunque rinnovata in epoca contemporanea grazie al prestigio della regina d’Italia Elena di Savoia, principessa del Montenegro, moglie di Vittorio Emanuele III.

Sicura di , della sua forza e del suo giudizio, Elena avrebbe il valore necessario per imporsi sugli altri. Se non lo fa, è perchè ha troppo rispetto per le libertà altrui e per l’autodeterminazione di ciascuno.

Rosanna

23/8

Trieste

Significato: di colore rosa. Origine: greca. Corrispondenze: Segno Zodiacale dello Scorpione. Numero portafortuna: 3.
Colore: blu. Pietra: zaffiro. Metallo: oro.

Al quarto posto per diffusione tra i nome femminili in Italia, il nome si presenta anche in numerose varianti, tra cui si ricordano Rosetta, Rosella, Rosina, le forme abbreviate Rosi e Rosy, l’alterato di matrice spagnola Rosita (in uso anche al maschile), e le forme doppie Rosa Anna o Rosanna, Rosa Maria e Rosa Angela o Rosangela. Il nome, dal greco rodon, rosa, è il più diffuso tra i nomi floreali, ed è sorto in Italia a partire dal Medioevo con valore affettivo e augurale ripreso dal fiore, divenuto il simbolo della purezza, della giovinezza, dell’amore. Si è affermato in ambienti cristiani anche per il culto di s. Rosa di Viterbo (città di cui è patrona), francescana che predicò contro le eresie, di s. Rosa da Lima, terziaria domenicana, patrona delle Americhe e delle Indie (la prima cronologicamente tra tutti i santi americani), vissuta in totale misticismo e ascetismo sul modello di s. Caterina da Siena, morta nel 1617, e di s. Rosa Filippini, festeggiata il 17 novembre. Celebre è il ciclo medioevale dei Romanzi della Rosa e famosa la ’Guerra delle due Rose’, combattuta per la successione al trono d’Inghilterra, così chiamata perchè le due fazioni portavano stemmi recanti l’uno una rosa bianca, l’altro una rosa rossa. Tra i personaggi celebri si ricordano la rivoluzionaria tedesca Luxembourg (1871-1919); la scrittrice romana contemporanea Rosetta Loy, e, nella letteratura, la Rosina del Barbiere di Siviglia e delle “Nozze di Figaro”, musicate rispettivamente da Rossini e da Mozart.

Da bambina Rosanna è servizievole, affettuosa, tenerissima, da adulta diventerà una donna aggraziata e dedita all’amore nel senso più ampio del termine: l’amore per la natura, per gli animali, per i bambini, per le persone meno fortunate e per un unico uomo al quale dedicherà la vita intera.

Alessandro

26/8

Nani

Significato: protettore degli uomini. Origine: greca-
Corrispondenze: Segno Zodiacale dei Pesci. Numero portafortuna: 3.
Colore: verde. Pietra: smeraldo. Metallo: oro.

Il nome greco è certamente di derivazione asiatica, forse frigia. E’ diffuso in tutta Italia, mentre, nella forma abbreviata Lisandro, è un nome tipicamente toscano. Il più famoso personaggio dell’antichità portatore di questo nome è Alessandro Magno re di Macedonia, creatore, nel IV secolo a. C., di un impero che si estendeva dal l’Asia all’Egitto. Assunto nel mondo latino, ebbe grande diffusione nel Rinascimento, sostenuto anche dal culto di ben quaranta santi riconosciuti ufficialmente dalla Chiesa. Tra questi si ricordano s. Alessandro, patrono di Bergamo, onorato come protettore dei carbonai; s. Alessandrina Segno Zodiacale della Vergine, martire in Gallia; s. Alessandro Nevskij, venerato dalla Chiesa ortodossa, granduca di tutta la Russia, che sconfisse gli Svedesi nel 1240 nella battaglia della Neva. Otto papi, tra cui Alessandro VI Borgia, famoso per le sue dissolutezza e per il suo nepotismo, tre re di Scozia, tre imperatori di Russia portarono questo nome. E’ un nome, infatti, molto diffuso nell’Est europeo. Tra i personaggi famosi, lo scienziato Volta (1745-1827), gli scrittori Manzoni (1785-1873) e Dumas padre e figlio, il musicista del Settecento Scarlatti, il poeta e narratore russo dell’Ottocento Puskin. Assai diffusi sono i diminutivi Sandro e Sandrino, anche al femminile. L’onomastico si festeggia anche il 27 marzo, il 3 maggio e il 6 giugno. Temperamento da lottatore, una mente brillante, un ardente amore per l’avventura caratterizzano questo indomito sognatore di gloria e successo. Generosità, orgoglio, pazienza rendono imprevedibile questo bambino incantevole che diventerà un uomo irresistibile.