GLI ONOMASTICI DELMESE DI OTTOBRE

PER DAME/PATRONESSE E SOCI DELLA SEZIONE ANF RM

NOME

DATA

ALLIEVI

SIGNIFICATO

Aldo

10/1

Palazzese

Significato: saggio, esperto, vecchio, bello. Origine: germanica. Corrispondenze: Segno Zodiacale dell’Acquario. Numero portafortuna: 8
Colore: verde. Pietra: smeraldo. Metallo: ferro.

Il nome è assai diffuso, anche nella forma del diminutivo Aldino, soprattutto in Emi” Romagna. In origine non era un nome proprio, ma il diminutivo di nomi germanici come Teobaldo, Grimoaldo, Aldobrando, Amaldo e Romualdo. Alcuni studiosi ne ipotizzano l’origine autonoma dalla distinzione longobarda di tre classi sociali: liberi (arimanni), semiliberi (aldi) e schiavi. Il femminile Alda fa la sua apparizione nei poemi del ciclo carolingio con il personaggio di Alda la bella, fidanzata di Orlando. In celtico, infatti, Alda equivale a bella, bellissima. Aldine erano chiamate le prime e pregiatissime edizioni a caratteri mobili prodotte a Venezia da A. Manuzio (1449-1515), fondatore dell’Accademia Veneta. L’onomastico si festeggia in ricordo di s. Aldo, eremita a Pavia nel VII secolo, mentre al femminile viene festeggiato il 18 novembre, in onore di s. Alda, Segno Zodiacale della Vergine martire parigina. La sua calma è come la quiete prima della tempesta, la sua bontà è spesso solo apparente, ama le maschere e i travestimenti e lascia intravedere dietro la facciata un cuore tenero e un’intelligenza ostinata.

Mauro

15/1

Ruspantini

Significato: abitante della Mauritania. Origine: latina. Corrispondenze: Segno Zodiacale del Capricorno. Numero portafortuna: 7. Colore: viola. Pietra: acquamarina. Metallo: mercurio.           
E' molto diffuso in tutta Italia, assieme a Maurilio e Maurizio. Nella tipologia principale si rifà al soprannome latino Maurus, diffuso soprattutto dal culto di s. Mauro abate, discepolo di s. Benedetto da Norcia. La variante Maurilio, anch'essa di origine latina, si rifà al culto dell'eremita benedettino Mauro arcivescovo di Rouen, dell'XI secolo. Anche Maurizio ha la stessa origine e si è diffuso per il culto di s. Mauro martire sotto Massimiano nel III secolo, assieme a seimila soldati cristiani, nella città di Agaunum, che divenne successivamente, nel ricordo della strage, Saint Moritz. Tra i personaggi celebri il ministro francese Talleyrand, il pittore Utrillo, il musicista Ravel (1875-1937), lo chansonnier Chevalier.

Mauro è tutto tranne che un uomo semplice. Portato per i sofismi, i giochi dell'intelletto, l'analisi, la complessità dei sentimenti, Mauro non riesce a non complicarsi la vita. Per lui nulla è palese a portata di mano, facile. Lancia sfide soprattutto a se stesso e, se ottiene il successo, non ha raggiunto comunque lo scopo, la tranquillità. Ci deve essere dell'altro, qualcosa per cui tornare ad arrovellarsi. Chi oserebbe stare accanto ad un uomo così complicato? Se non fosse per il suo straordinario ascendente, vivrebbe nella solitudine più cupa.

M. Antonietta

17/1

Grima Serra

Significato: che combatte, affronta, precede. Origine: etrusca. Corrispondenze: Segno Zodiacale dello Scorpione. Numero portafortuna: 6.
Colore: giallo. Pietra: rubino. Metallo: ferro.

Deriva dal nome maschile Antonio che è il terzo nome per diffusione in Italia e trae origine dal nome della gens latina Antonia, di probabile derivazione etrusca. Dal Rinascimento in poi il suo significato è stato erroneamente collegato alla parola greca anthos (fiore).

Antonietta concentra in tante virtù: tenacia, forza, coraggio, vitalità, volontà di imporsi. E’ una lottatrice nata e ama incommensurabilmente la vittoria. Non è mai paga, supera una sfida e già pensa alla prossima… che fatica vivere accanto a uno spirito tanto indomito che rifiuta i limiti e non accetta confini di nessun genere!

Nello

17/1

Bernardini

Significato: che combatte, affronta, precede. Origine: etrusca. Corrispondenze: Segno Zodiacale dello Scorpione. Numero portafortuna: 6
Colore: giallo. Pietra: rubino. Metallo: ferro.

Nello è un diminutivo del nome Antonio che è  il terzo nome maschile per diffusione in Italia e trae origine dal nome della gens latina Antonia, di probabile derivazione etrusca. Dal Rinascimento in poi il suo significato è stato erroneamente collegato alla parola greca anthos (fiore). Numerosissime le varianti: Antuono, Antonello, Antonico, Tonio, Toni, Totò, Tonino e i femminili Antonella, Antonietta, Tonia, Tonina. Il culto cattolico festeggia numerosissimi santi con questo nome, tra cui si ricordano s. Antonio abate, eremita e asceta cristiano in Egitto, fondatore delle comunità di eremiti, onorato come protettore degli animali, dei fornai, dei droghieri e dei salumieri; s. Antonio da Padova (1195-1231), padre della Chiesa, francescano, famoso predicatore e taumaturgo, protettore dei poveri e degli oggetti smarriti, che si festeggia il 13 giugno; il vescovo di Bobbio, Antonio Maria Gianelli, fondatore dell’Ordine delle Figlie di Maria Santissima dell’Orto; s. Antonio Claret, patrono degli editori e dei librai; il confessore Antonio Maria Zaccaria, fondatore dei Chierici di s. Paolo e delle Vergini Angeliche a Cremona. Di- versi sono quindi i giorni del calendario in cui il nome Antonio viene festeggiato: il 9 e il 12 gennaio, il 6, 7, 12, 14 febbraio, il 16 marzo, il 9 aprile, il 7 giugno, il 5, 19, 24, 28 luglio, il 14 agosto, il 23 settembre, il 18 e il 24 ottobre, il 7 novembre, il 15 e il 28 dicembre. Numerosi personaggi di grande fama portano questo nome: l’oratore romano Marco Antonio (143-87 a. C.), celebrato da Cicerone; il generale e uomo politico romano Marco Antonio (82-30 a. C.), nipote e luogotenente di Giulio Cesare, amante e sposo di Cleopatra; i musicististi Vivaldi (1678-1742), Salieri (1750-1825), Stradivari (1643- 1737), Dvorak (1841-1904); i pittori Antonello da Messina (1430- 1479), Antonio Canal detto il Canaletto (1697-1768), A. Allegri detto il Correggio (1489-1534); lo scultore Canova (1757-1822); gli scrittori Fogazzaro, Cechov, Saint Exupèry; l’architetto Antonio da Sangallo. Concentra in tante virtù: tenacia, forza, coraggio, vitalità, volontà di imporsi.

E’ un lottatore nato e ama incommensurabilmente la vittoria. E’ altresì un dominatore anche con le donne che ama e alle quali resta fedele. Non è mai pago, supera una sfida e già pensa alla prossima… che fatica vivere accanto a uno spirito tanto indomito che rifiuta i limiti e non accetta confini di nessun genere!