La Giornata delle Associazioni d’Arma

(La Manifestazione di ASSOARMA – 7 novembre 2012)

In una splendida giornata di sole, il giorno 7 novembre 2012, a Roma presso l’Ippodromo Militare “Generale Pietro Giannattasio”, alla presenza del Ministro della Difesa, Ammiraglio Giampaolo di Paola, del Sottosegretario di Stato alla Difesa, Dott. Filippo Milone, del Capo di Stato Maggiore della Difesa, Generale Biagio Abrate, del Sindaco di Roma Capitale, On. Gianni Alemanno e di altre autorità civili e militari si è svolta la Giornata delle Associazioni d’Arma che ha visto schierarsi e sfilare un migliaio di rappresentanti delle 37 Associazioni membri del Consiglio Nazionale Permanente delle Associazioni d’Arma, convenute da ogni parte d’Italia.

E’ la prima volta, dal dopoguerra, che viene organizzata una Manifestazione del genere.

 

Fra i reparti che hanno sfilato anche un “baldo” di Fanti con in testa in Medagliere nazionale.

All’evento hanno preso parte anche reparti delle Forze Armate, dell’Arma dei Carabinieri, del Corpo della Guardia di Finanza, della Polizia di Stato e del Corpo delle Infermiere Volontarie della Croce Rossa Italiana.

L’iniziativa, patrocinata dal Comune di Roma, si è prefissata gli scopi di tenere vivo nella cittadinanza il culto della Patria e l’attaccamento alle Forze Armate, di affermare la solidarietà fra società civile e le Forze Armate.

Due tribune colme di spettatori hanno assistito alla Manifestazione sottolineandone con vibrati applausi i momenti più significativi. Entusiastica la presenza di alcune scolaresche romane presenti all’evento.

Molto belle le parole del Presidente della Repubblica della Repubblica, espresse nel messaggio inviato per l’occasione al Presidente del Consiglio Permanente delle Associazioni d’Arma Generale Mario Buscemi,La meritoria opera delle Associazioni d’Arma …. è tesa a trasmettere alle giovani generazioni la memoria degli eventi che hanno portato l’Italia a conquistare l’unità, la libertà e la democrazia e del grande contributo che, in tale difficile cammino, le Forze Armate hanno generosamente e valorosamente offerto al Paese.

Oggi, al servizio della Comunità internazionale, lo strumento militare è impegnato in special modo nei teatri di crisi per concorrere al presidio della cooperazione tra i popoli, alla salvaguardia della sicurezza e della pace, alla promozione dei diritti dell’uomo.

Nel prosieguo del suo messaggio poi il Presidente della Repubblica ha poi indicato l’obiettivo che si devono prefiggere le Associazioni d’Arma “Si facciano interpreti, nei confronti dei cittadini, anche di questo moderno e fondamentale impegno delle Forze Armate e si adoperino costantemente perché il Paese ne comprenda pienamente la rilevanza ai fini della progressiva realizzazione di assetti istituzionali sopranazionali in grado di far fronte efficacemente alle straordinarie sfide del XXI secolo“.

La cerimonia si è conclusa con il Carosello storico dei Granatieri di Sardegna e l’esibizione equestre dello Squadrone a cavallo del Reggimento “Lancieri di Montebello”.

Infine, nell’interno della struttura sono stati approntati stand con mezzi storici e della Protezione Civile e materiale informativo sull’attività associativa.

.